video

Loading...

sabato 9 giugno 2012

Lavorare per la diffusione del biologico e biodinamico oltre a fare bene al Pianeta, fa bene anche all'economia.



25 ANNI DI ECORNATURASÌ: IL BIOLOGICO   CHE FA RETE


25 anni di Ecornaturasì: il biologico che fa rete



Non è facile di questi tempi avere a che fare con buone notizie come il recente compleanno di Ecornaturasì Spa, la più importante azienda di distribuzione di prodotti biologici e biodinamici in Italia e tra le principali in Europa.


Con 201 milioni di euro di fatturato e 450 dipendenti, il gruppo conta oggi a listino più di 4000 referenze, distribuiti in  circa un migliaio di negozi, di cui 92 appartenenti alla catena NaturaSì, parte in franchising e parte a gestione diretta, a cui vanno poi aggiunti i quasi trecento negozi associati al progetto Cuorebio, altro marchio di proprietà del gruppo.

La storia di Ecornaturasì inizia nel 1987, con la costituzione a Conegliano Veneto di Gea: “Il momento era propizio: la sensibilità per il biologico aumentava di anno in anno e, nel 1986, anche il disastro di Cernobyl contribuì, purtroppo, a risvegliare le coscienze sul tema dell'ambiente, dell'ecologia e della salute”, ricorda Fabio Brescacin, presidente della Spa. Nel 1998 Gea ha dato vita con altre tre aziende del settore ad Ecor Spa. Successivamente, nel 2005 è stato realizzato uno scambio azionario con NaturaSì, e il 1° gennaio 2009, con la fusione tra le due società, è nata EcorNaturaSì Spa.
Nel febbraio 2012, del gruppo è entrata a far parte anche la società Alpa della famiglia Paravicini Crespi di Milano, proprietaria delle Cascine Orsine a Zelata di Bereguardo (Pavia). Ad EcorNaturaSì, appartengono anche il brand di prodotto Ecor e la società Baule Volante di Bologna.
Grazie alla sapiente capacità di attivare le sinergie all'interno della filiera, alle numerose fusioni e  accorpamenti con piccole e grandi aziende di produzione e trasformazione del biologico, oggi Ecornaturasì costituisce una delle aziende di distribuzione più vitali in Italia come dimostra la continua apertura di nuovi supermercati bio della catena NaturaSì (saranno 100 a fine anno) e l'incremento di fatturato del 5% registrato nel primo trimestre 2012, un risultato che assume un valore ancora più rilevante nell'attuale clima di generale di riduzione dei consumi e una prova concreta di come oggi lavorare per la diffusione del biologico e biodinamico oltre a fare bene al Pianeta, fa bene anche all'economia.
Nella foto da sinistra: Aldo Rovatti - Amministratore; Maria Pozzobon - Fondatrice EcorNaturaSì e Socia della Libera Fondazione Antroposofica Rudolf Steiner; Claudio Fava - Direttore Logistica; Fabio Brescacin - Presidente; Roberto Zanoni - Direttore Generale; Gabriele Navilli, - Presidente Libera Fondazione Antroposofica Rudolf Steiner.

di Cristina Michieli



Nessun commento:

Posta un commento