video

Loading...

domenica 1 luglio 2012

Vinciamo noi !!Nessun miracolo,ma una nuova concreta speranza per i malati di Sclerosi Multipla !!

VINCIAMO NOI !!!







Ho il cuore pieno di lacrime e vi vorrei raggiungere tutti!
Mi chiamo Matteo Dall’Osso. Quando avevo 19 anni mi diagnosticarono malato di sclerosi multipla. Ho avuto quasi tutti i sintomi fino ad arrivare alla sedia a rotelle. Ho scoperto l’origine della malattia e ora diplopia (visione sdoppiata), sensibilità di tutte le parti del corpo, tensione alle gambe, difficoltà di coordinazione arti superiori, mancanza di concentrazione, inimmaginabile stanchezza, sensazione improvvisa di fare pipì, impossibilità di movimento arti inferiori sono solo un brutto ricordo.
Scrivere il libro e riportare tutto sul mio sito internet è l’unico modo che ho di comunicarlo (vi sarà tutto chiaro alla fine!)
In questo sito cercherò di spiegarvi tutto in maniera semplice, in modo che voi conosciate la mia verità! E’ molto difficile separare la mia vita personale fatta di emozioni e sentimenti dalle ragioni tecnico-scientifiche, ma io ci provo…
Vi chiedo quindi di seguirmi nel mio percorso di vita. Vi parlerò di:
  • Tutto sulla mia vita.
  • I miei sintomi.
  • I miei esami, con le relative spiegazioni.
  • Le cure a cui mi sono sottoposto.
  • Le mie condizioni attuali.
  • I miei consigli, le mie considerazioni, il mio parere.
  • Cosa i miei amici pensano di me, giusto perché voi possiate conoscermi meglio…
  • I miei ringraziamenti!
Nel mio sito troverete infine un forum dove mi potrete domandare tutto ciò che vorrete! Prima però vorrei parlarvi un pò di me, per farvi conoscere chi sono…
Con tutto l’entusiasmo del mio corpo, con le lacrime piene di gioia, vi chiedo di seguirmi…
 Dal sito Matteodallosso.org http://www.matteodallosso.org/?p=1440

Dopo essere entrato nel fantastico mondo della scienza come "autore" nel 2003 grazie all'Università di Bologna con la pubblicazione http://bit.ly/wq4St1, progetto all'epoca allo stato dell'arte, da cui sono derivate applicazioni oggi implementate nei più moderni dispositivi elettronici, anche grazie al lavoro di tesi "Progetto di un blocco di commutazione per un sistema di interconnessioni per multiprocessori su singolo chip", seguito da esperienza come ricercatore in Germania, per maggiori dettagli cliccate "Diario di bordo da Karlsruhe", quando ancora Facebook e Twitter non esistevano...

Oggi sono davvero lieto di annunciarvi che ci sono ri-entrato, questa volta però come "soggetto studiato" grazie alla Prof.ssa Maria Elena Ferrero e al Dr. Alessandro Fulgenzi dell' Università degli Studi di Milano, con una pubblicazione su rivista internazionale "A case of multiple sclerosis improvement following removal of heavy metal intoxication: Lessons learnt from Matteo's case", anche a seguito della pubblicazione della mia storia, scaricabile da questo sito www.matteodallosso.org.

In più, un piccolo aggiornamento, oggi in Italia siamo tantissimi ad aver intrapreso il mio stesso percorso, più di un migliaio di ragazze e ragazzi...!
Infine un ringraziamento anche al Dr. Daniele Vietti, al Dr Mauro Mario Mariani e al Dr. Sante Guido Zanella per l'impegno profuso per raggiungere tale scopo...
Questo è il primo ed importante passo verso l'approvazione di tale terapia negli ospedali pubblici italiani...
Quindi che dire... ora è ufficiale!
Vinciamo noooi...!
Matteo


Caricato da  in data 04/ott/2009
CARO MATTEO, E' STATO DAVVERO BELLISSIMO INCONTRARTI OGGI 04/10/09 A MILANO ALLA PRESENTAZIONE DEL MOVIMENTO 5 STELLE.
TU STESSO SEI UNA STELLA LUMINOSISSIMA.
IL TUO CORAGGIO CI HA ACCESO LA VITA.
CHE BELLISSIMA PERSONA CHE SEI !!!
SE LA DIFFERENZA DELLE ORIGINI CI RENDE RICCHI DI MERCI DA SCAMBIARE...CHE BELLISSIME MERCI CHE CI STAI DONANDO !!!
COME OPERATORI SANITARI FAREMO DI TUTTO PER FAR CONOSCERE LA TUA STORIA, LA TUA FATICA, LA TUA VITTORIA.
E' ASSURDO CURARE UNA MALATTIA CON FARMACI SBAGLIATI.
E' ASSURDO IMBOTTIRE UNA PERSONA CON FARMACI CHE NON SERVONO A NULLA !!!
DOBBIAMO CURARE, RESTITUIRE LA SALUTE, RESTITUIRE LA VITA.
GRAZIE DI TUTTO CARISSIMO MATTEO.
VINCIAMO NOI.
Cari Neurologi (con la "N" volutamente maiuscola),
vorrei fare un paio di considerazioni, rubandoVi solo pochi minuti.
Sapete, dall’età di 24 anni sono ingegnere (con la "i" volutamente minuscola) e quando in passato il mio computer non funzionava, non riuscivo a dormire sereno la notte . Ora potete immaginarVi come io oggi possa dormire sapendo che le mie giugulari non "giugulano" nel modo corretto… ;-) 
Ok, Voi mi potreste consigliare di bere una camomilla prima di andare a letto (cosa che già faccio), ma volete sapere cosa non capisco? Qual’è la vera ragione del mio non "dormire sereno" e la ragione per la quale vi sto scrivendo?
Semplice, il fatto che non riusciate a dire che probabilmente si vivrebbe meglio senza le giugulari malformate e chissenefrega della “Sclerosi Multipla”, malattia di cui Voi siete "professori" (ma che non sapete da cosa sia causata, ne tanto meno sapete come "curare", perché le Vostre non sono "cure", bensì solo "trattamenti", "trattamenti" di tutta una vita…).

Probabilmente è vero che non ci siano dimostrazioni che le vene twistate sono la causa della malattia, ma è anche vero il contrario, cioè non c’è dimostrazione di “non correlazione” con la malattia stessa. Se siete veramente convinti che non ci sia nessuna correlazione, Vi invito davvero caldamente a farvele "chiudere", tanto non c’è nessun problema, giusto? Perché come dice un famoso comico (e non vorrei sembrarvi volgare o scurrile): "Sono tutti finocchi con il culo degli altri"…
I pazienti non capiscono la Vostra totale chiusura e allora, se decidono di effettuare l’angioplastica dilatativa, lo tengono nascosto piuttosto che dirVi la verità, fatto di per sé gravissimo che dovrebbe farVi riflettere…
E vorrei spiegarmi ancora meglio con un ragionamento molto semplice.
Se scopro di avere le vene più importanti del corpo malfunzionanti è mio interesse ripristinare il circolo venoso corretto (se no madre natura perché le avrebbe fatte?), così come se scopro di essere intossicato da metalli tossici è mio interesse disintossicarmi con un protocollo di cura adeguato. Dopo tutto l’eziologia dell’SM è ancora sconosciuta. Scusate, qual’è l’errore in questo ragionamento? Al massimo "rischiamo" di star meglio, non Vi sembra? Non capisco e Vi garantisco che non sono l’unico a NON capire…
Da cittadino Italiano mi chiedo e vi chiedo per quale motivo non venga finanziata una sperimentazione potenzialmente rivoluzionaria con un costo 400 volte inferiore al totale speso in un singolo anno (cioè un 1 miliardo di euro). Non capiamo per quale motivo non sovvenzionarla?
Sarebbe il modo migliore per toglierci tutti i dubbi sulla malattia e consentitemi sulla Vostra buona fede. La domanda allora è semplice: “perché non farla questa sperimentazione?”. Sembra quasi che abbiate "paura" di perdere qualcosa… forse pazienti???
Da tempo non sono più in cura da nessun neurologo, è vero questa è solo la mia storia personale… Penso però che se continuate così ne perderete anche molti altri… Lo dico per Voi davvero, perché io di Voi non mi fido più e come me stanno iniziando a pensare tante altre persone…
Attendendo “paziente” una Vostra risposta qui, in maniera da sedare tutti i miei dubbi e i dubbi dei lettori del sito, DAVVERO TANTI…
Ognuno vale uno ed ad ognuno le proprie responsabilità,
Un caro abbraccio e
Vinciamo noooi…!



Dopo la mia lettera aperta a tutti i neurologi, la lettera aperta di CCSVI nella Sclerosi Multipla e la bocciatura AISM/FISM(???), la regione Emilia Romagna ha trovato la copertura finanziaria per la sperimentazione del Dr. Zamboni volta a scoprire se esiste una correlazione tra Sclerosi Multipla eCCSVI.
Colgo l’occasione per ringraziare l’amico e portavoce del Movimento 5 StelleGiovanni Favia e laregione tutta per essersi adoperati nel perseguire tale scopo con successo.
Infine nel mio piccolo un messaggio al Dr. Zamboni e Dr. Salvi: grazie mille e buon lavoro.
Vinciamo noooi…!
PS: per chi non ci crede, clicchi qui per leggere la "SEDUTA DI MERCOLEDÌ 21 DICEMBRE 2011"  e qui per scaricare la delibera in pdf.
Matteo
Nessun miracolo,ma una nuova concreta speranza per i malati di Sclerosi Multipla !!


FONTE :           http://www.matteodallosso.org


























Nessun commento:

Posta un commento